Conoscere – il cheap talking on the commons


Il cheap talk, un concetto elaborato nell’ambito della teoria dei giochi e applicato anche nella ricerca applicata sulle common pool resources, rappresenta un elemento cruciale del protocollo metodologico. La fase di cheap talking sui commons consiste nel favorire, attraverso l’organizzazione di setting informali, la discussione sull’identificazione di beni comuni rilevanti per la comunità e l’elaborazione di soluzioni collaborative per la loro gestione. Il cheap talking, che si sostanzia in una comunicazione face-to-face, informale e senza pressioni (non vengono prese decisioni nell’ambito del cheap talking e i risultati di quelle discussioni non hanno nessun impatto sulle decisioni finali) favorisce la cooperazione. A Roma, questa fase è consistita in una serie di incontri preparatori e di discussione con studiosi, attivisti, professionisti ed esperti nei settori cardine della co-governance urbana (urban design, service design, comunicazione, sostenibilità, governance) e con rappresentanti di comunità collaborative attive sul territorio romano.