Potremmo dire che questa era una cartiera storica (chiusa nel 1986) e uno dei pochi esempi di Roma industriale. Ma anche che siamo all’interno di un parco e che qui passa il fiume Almone (divinità pagana), perfettamente visibile. Che è stata ristrutturata magnificamente e sembra di stare in Inghilterra, ma le sue sale hanno nomi giapponesi. Che qui si organizzano eventi musicali ma è la sede dei guardiaparco, che ci sono orti didattici e sale conferenze moderne, ma siamo nella più importante via di accesso all’antica Roma. In questo spazio già nel 1061 si trattava la lana, lavorazione ripresa dai Cappuccini nel 1600, la successiva conversione a mulino arrivò nel 1800 e infine fabbrica di carta (dagli stracci) iniziò le attività nel 1912.

Comunità collaborativa che se ne prende cura

Ci sono cittadini, associazioni, imprenditori o commercianti, scuole, università o altre istituzioni culturali che si stanno prendendo cura (o hanno manifestato l’intenzione di prendersi cura) di questa risorsa condivisa nell’interesse della collettività? Si

Come si chiama la comunità? Hortus Urbis

Governance

Questa comunità collaborativa ha dato vita a una forma di gestione della risorsa condivisa che sia sostenibile dal punto di vista ambientale, economico, sociale, culturale per garantirne la fruizione da parte di tutta la collettività

Di quale dispositivo di governance? associazione 

Indirizzo

Indirizzo:

Via Appia Antica + 42 Appia Antica, Roma 00179 Italia

GPS:

41.86687649926373, 12.502974915531581

Orari di Apertura

Lunedì

-

Martedì

-

Mercoledì

-

Giovedì

-

Venerdì

-

Sabato

-

Domenica

-