LA PROTOTIPAZIONE A CENTOCELLE

LA PROTOTIPAZIONE A CENTOCELLE

Il processo CO-Roma avviato a Centocelle si basa sulla strategia delineata nel cosiddetto Protocollo CO-Cities, composta da 6 step: conoscere, mappare, praticare, prototipale, modellizzare e valutare. L’area del Parco Archeologico di Centocelle è stata individuata come cantiere principale di CO-Roma proprio grazie all’applicazione delle prime quattro fasi del protocollo.

  1. Conoscere – Il cheap talking on the commons: la fase del Cheap Talking sui beni comuni è consistita in incontri preliminari all’instaurazione del percorso di formazione-intervento e ricerca-azione con studiosi ed esperti in settori rilevanti per la governance dei beni comuni in aree urbane;
  2. Mappare/Co-progettare: questa fase si è articolata in un processo di mappatura sia analogica che digitale. La mappatura analogica ha visto gli esperti di urban design, governance, comunicazione e sostenibilità insieme ai rappresentanti delle comunità collaborative romane guidare e supportare gli studenti del percorso LabGov in un lavoro di individuazione e mappatura dei beni comuni urbani presenti nella città di Roma; (—-> una narrazione completa delle prima due fasi è disponibile a questo link)
  3. Praticare: nella fase del praticare sono stati progettati e/o realizzati dei micro-interventi di collaborazione civica, tramite l’individuazione, come oggetto degli interventi, di alcune attività a costo zero o comunque a costo irrisorio, che richiedessero un grado di impegno non rilevante da parte degli attori e abbiano un accentuato carattere relazionale. La narrazione di questa fase è disponibile qui;
  4. Prototipare

    Questa quarta fase è consistita nell’avviamento di un percorso di facilitazione per definire, strutturare e organizzare l’obiettivo che accomuna le differenti realtà associative disseminate sul territorio: la costituzione di un unico gruppo di lavoro territoriale a gestione collaborativa e condivisa per la riqualificazione e la rigenerazione del Parco Archeologico di Centocelle.
    Tra il 9 giugno e il 5 ottobre 2016 sono stati condotti dallo staff di LabGov sei workshop con le diverse realtà associative, privati cittadini e istituzioni, della durata di circa tre ore ciascuno. Durante i workshop, attraverso tecniche di facilitazione dei processi e di co-design, è stata ascoltata la comunità, costituita da varie associazioni e privati cittadini, interessata al futuro del parco e alla sua riqualificazione. Sono state identificate in primis le competenze dei partecipanti, le criticità e le risorse del parco. In seguito, attraverso la realizzazione di Value Proposition Canvas, sono stati individuati gli stakeholders e i possibili attori da coinvolgere per la realizzazione delle azioni definite durante il processo. L’output di questi workshop è stata la costituzione della Comunità per il Parco Pubblico di Centocelle (clicca qui per saperne di più), il cui simbolico atto costitutivo è stata la piantumazione di un leccio all’interno del parco durante la Giornata del camminare organizzata da Federtrek il 9 ottobre.